CCIR

Sicurezza a cinque stelle per Honda CR-V, Mercedes-Benz classe G e Seat Tarraco. Tutti e tre i grandi Suv/fuoristrada - nonostante la maggiore severità dei nuovi protocolli - hanno ottenuto il punteggio massimo nella prima serie dei test Euro NCAP 2019,

il progetto internazionale di valutazione degli standard di sicurezza delle auto nuove, del quale è partner l’Automobile Club d’Italia (schede su www.euroncap.com).

La nuova Seat Tarraco condivide la stessa piattaforma MQB di Volkswagen della Škoda Kodiaq, già valutata 5 stelle nel 2017. La Tarraco, in particolare, ha ottenuto 97% nella protezione degli occupanti adulti: uno tra i punteggi più alti della categoria. Piccole criticità, invece, per il collo del passeggero posteriore, a causa della conformazione del sedile.

Le 5 stelle dell’Honda CR-V ibrida a benzina sono il risultato di buone performance in tutte le aree di sicurezza. Minime ‘defaillance’ nella protezione del collo degli adulti e dei bambini sui sedili posteriori. Per la CR-V si tratta della seconda serie di test. Nel 2013, infatti, Euro NCAP aveva testato la versione diesel, che si era aggiudicata sempre 5 stelle.

5 stelle anche per la Mercedes-Benz Classe G, in virtù di prestazioni rilevanti nelle quattro aree di valutazione. Lievi criticità nella protezione del torace dei passeggeri anteriori e posteriori in caso di urto frontale.

Siamo soddisfatti - ha dichiarato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani - che, malgrado protocolli sempre più severi, tre autovetture delle stessa categoria, ma di marche diverse, abbiano ottenuto il punteggio massimo. Colpisce, soprattutto, il fatto che tutti i modelli siano dotati di freno automatico di emergenza (AEB), in grado di riconoscere pedoni e ciclisti. Un quadro che sottolinea, ancora una volta, l’importanza del lavoro svolto da un organismo indipendente come Euro NCAP, nel sensibilizzare media, opinione pubblica, consumatori e costruttori su quanto le nuove tecnologie sono in grado di fare per un valore fondamentale per tutti noi come la sicurezza”.